Erbe e fiori della strega 🌸💐🌻🦋

E questa nostra vita, via dalla folla, trova lingue negli alberi, libri nei ruscelli, prediche nelle pietre, e ovunque il bene.
(William Shakespeare)

Scrivo adesso per raccontare la splendida giornata trascorsa oggi immersa nei prati e nei boschi a raccogliere erbe, leggere e meditare in assoluto e impagabile relax. Sotto ai benevoli raggi del sole, ho raccolto ringraziando e donando come offerta ad ogni pianta, delle piccole pietre di avventurina verde (prese da un mio braccialetto), mazzolini di calendula , felci, ranuncoli, trifoglio rosso, alloro, Artemisia, foglie di quercia, cipresso e rametti fioriti di biancospino!.

Ogni pianta raccolta racchiude segreti antichi e prima di raccoglierla entro in contatto con la sua energia e sussurro una benedizione amorevole e la ringrazio. La natura anche oggi è stata generosa con me a donarmi queste erbe che tra le mie mani si trasformeranno in infusi, oleoliti, decotti, incensi o semplicemente mi faranno compagnia nella vasca, deliziandomi con le loro magiche proprietà in un bagno caldo. L’atmosfera incantata che sento quando sono immersa nel verde diviene il mio essenziale elisir di benessere, sono un tutt’uno con la sacralità della vita, mi rigenero totalmente e la mia anima sboccia assieme ai nuovi fiori, che soavi, dipingono un quadro inestimabile nel nostro magnifico pianeta. A pochi giorni da Beltane (Calendimaggio) le energie della terra si accendono in infuocati trionfi di colori ed esplosione di nuova vita: le farfalle danzano in aria in sensuali richiami d’amore, la terra scoppia di fertilità, gli insetti s’accoppiano sui verdi fili d’erba, i gatti miagolano il loro corteggiamento e il mio Biancospino fatato, pianta simbolo di Beltane ed espressione di massima fertilità, si è tinto di bianco, meravigliando i miei occhi e il mio cuore.

Il mio Biancospino fatato!

Sarei rimasta per sempre a stupirmi in mezzo alla bellezza pura della natura in quello spazio senza tempo che tanto mi rapisce, invece il tramonto ha segnato il mio arrivederci e insieme alle erbe raccolte ho fatto ritorno alla mia dimora, mettendole ad essiccare per una quindicina di giorni. Dopo l’accurata essiccazione saranno pronte per gli usi magici (sacchettini protettivi, amuleti, rafforzare gli incantesimi..) o come incensi, oli ecc..

Buona lettura, un abbraccio, Manu 🌒🌕🌘

Annunci

Buona Rinascita!!!🐇🌞🐣💖🌻🦋

Buongiorno!! In questi giorni sono stata molto indaffarata con il lavoro e sommersa da pulcini, uova colorate, pecorelle e colombe per decorare in negozio piante e fiori. Ma perché si utilizzano proprio questi simboli? Ho fatto delle ricerche che condivido qua sotto brevemente:

🐣 UOVO : oggetto ormai diffuso e radicato profondamente nella tradizione, ha simbolismi fin dall’antichità e rappresenta la vita che rinasce. È il mistero, la magia della vita, il nutrimento che racchiude e protegge in sé la sacralità. Simbolo appunto della vita, dove il cielo e il pianeta erano considerati due emisferi che andavano a creare un unico uovo, simbolo appunto del cosmo, dove si ripetevano i cicli infiniti delle reincarnazioni e la nascita dell’intero universo. L’usanza di decorare le uova per poi donarle si sviluppò nel Medioevo e simboleggiava infatti la rinascita primaverile della natura e la resurrezione della vita e dell’uomo. Con il cristianesimo divenne il simbolo della rinascita dell’uomo in Cristo. L’uovo infatti venne paragonato ad una sasso privo di vita, lo stesso masso del sepolcro dove venne sepolto il corpo di Gesù, dove appunto dall’apparente morte comparve una nuova vita pronta a sbocciare.

🐇 CONIGLIO: Nei culti pre- cristiani il coniglio inteso più precisamente come lepre assumeva forti significati legati alla fertilità, in quanto è uno degli animali più fertili. Simbolo chiaramente collegato alla vita che si rigenera e le sue raffigurazioni coincidevano con l’inizio della primavera. La lepre inoltre è legata alla luna, alla femminilità ed era un animale sacro a molte Dee antiche.

🕊️ COLOMBA: oggi attribuiamo a questo meraviglioso uccello il simbolo di pace. Ovviamente ha origini molto antiche, dove nelle civiltà precristiane mediterranee era il nome e il segno della prima Grande Madre e a Creta era venerata come “Dea colomba”. Era anche considerata l’animale sacro alla Dea greca della bellezza e dell’amore Afrodite. Per gli alchimisti invce era lo spirito che sorge dalla materia grezza. Il collegamento della colomba alla purezza e alla pace sia materiale che spirituale rimane integra nella nostra tradizione.

Personalmente ho celebrato questa rinascita il giorno dell’equinozio di primavera, contemplando ed allineandomi con la natura che risorgeva in un tripudio di nuova vita. Ho “sacrificato” aspetti interiori che non erano più utili nel mio percorso per evolvere e rinascere in nuove forme. Dunque concludo dicendo che questo giorno che festeggiamo come Pasqua è molto più che un pranzo in famiglia ma ha significati profondi di rinascita e ci invita ad un’attenta riflessione interiore e a risorgere nuovamente nell’infinito mistero della vita.

Buona rinascita a tutti🐣🕊️🐇🌞🌞🙏❤️🦋🌻 Manuela 🌜🌝🕯️

foto scattata da me 🐣🐇🌞

Luna Piena 🌝🌕🕯️🏹 ~ Sabba~

Diana, Dea della luna. Divina protettrice dei più deboli, signora dei boschi e delle foreste. Ascolta la preghiera del tuo fedele!. Regina di tutti gli animali, delle stelle e dei cieli, madre dei crocicchi, delle sorgenti, del giorno e della notte. Diana, tu portatrice di amore e di fertile benessere, ascolta la mia preghiera e appari nei miei sogni oh grande consigliera. Resta accanto a me nella mia vita e guidami sul tuo argenteo sentiero. Vieni a me durante questa notte!. Grande Dea dell’arco e delle frecce, tu regina delle stelle, a te tutte le lodi oh mia Diana… { preghiera per la Dea Diana scritta da me ©}

Il mio altare personale 🏹🌝🌜🖤🌙

Nel pieno delle energie lunari ho celebrato questa sera il periodo di rinascita interiore in cui ci troviamo, meditando e portando chiarezza nella mia vita. Ho ringraziato, onorato e offerto doni a Diana che è una guida di luce nella mia vita.

🏹🌜🌝💖

E mentre sul terrazzo i cristalli di ricaricano sotto ai raggi della luna piena, io colma di gioia vado a riposare, con la certezza di aver scagliato frecce sicure che segneranno il mio cammino futuro🌝🖤💖. Felice luna piena a tutti!!! Manu🌒🌕🌘

🕯️tutto a ricaricare sotto la luna🌝❤️

Meditazione con i Tarocchi 🕯️🔮🌌🎭

Buon mercoledì di sole a tutti!, Questa mattina scriverò i miei pensieri riguardo alla meditazione con le carte dei tarocchi. Un metodo a mio parere molto valido ed efficace per entrare in sintonia con le simbologie e i messaggi celati negli arcani, infatti per imparare questa arte divinatoria ho sperimentato anche questo percorso. Come gli archetipi delle rune anche i tarocchi sono un sentiero evolutivo, tappe fondamentali dell’esistenza umana e non solo riescono a fornirci preziosi consigli e svelare tracce del futuro, ma possono divenire nostri alleati in uno stato meditativo. La prima carta con cui sentivo necessità di lavorare fu la lama della giustizia, dopo otto giorni in cui dedicavo circa 15 minuti di meditazione giornaliera abbandonandomi totalmente all’arcano e ponendolo anche ogni notte sotto al cuscino ottenni più equilibrio interiore e fu rimarginata la ferita dell’ingiustizia che percepivo in me. Proprio ieri ho concluso la meditazione con la lama delle Stelle, il numero dei giorni da dedicare alla meditazione corrispondono alla numerazione della carta scelta o estratta, se a fine percorso sentiamo ancora la necessità di continuare dobbiamo allungare il periodo basandoci sui suoi multipli. Per 17 giorni sono scivolata assieme alle stelle in uno stato d’ispirazione, speranza E misticismo. Le ho ascoltate mentre mi guidavano lungo il percorso, sono scivolata nel buio e nel vuoto per poi risalire illuminata dalla luce dei loro consigli e aiuti, al diciassettesimo giorno la luce delle stelle vegliava su di me, e l’affinità con questo arcano si è decisamente espansa. La scelta della lama con cui meditare si può basare sul bisogno che sentiamo di curare uno stato di noi o semplicemente estraendo ad occhi chiusi.

Il Bagatto: per affrontare difficoltà. La Papessa: per avere intuizioni. L’imperatrice: per ricevere lo spirito materno. L’imperatore: essere consapevoli delle proprie capacità. Il papa: moralità e valori propri. Gli amanti: per le giuste scelte. Il carro: per avere uno spirito vincente. La giustizia: equilibrio interiore. L’eremita: per divenire saggi. La ruota della fortuna: per vincere la monotonia della vita. La forza: per ricevere il dono dell’eleganza. L’appeso: per togliere i dubbi. La morte: per bloccare situazioni pericolose. La temperanza: più accomodanti con tutti. Il diavolo: risvegliare il desiderio sessuale. La torre: conoscere i propri limiti. Le stelle: per non cadere in depressione. La luna: ricevere il dono della poesia. Il sole: per vedere chiaro nelle situazioni. Il giudizio: recuperare occasioni perse. Il mondo: giuste ispirazioni. Il matto: ritrovare lo spirito adolescenziale. 🕯️💙Buona lettura, Manu.

I fiori della luna crescente 🌹🏵️🌸🌙🌒

Visto che siamo in luna crescente, fase lunare perfetta per potenziare i nostri desideri, far accrescere i progetti, seminare nuovi intenti ecc anche l’agricoltura e la floricoltura sono influenzate dai flussi lunari, ed ecco che riporto qui i fiori che gradiscono e crescono meglio se seminati in questa fase:

🌒 Le Dalie: amano la luce solare quanto quella lunare e vanno propagate per talea in luna crescente.

🌒 il Fiordaliso: gradisce essere piantato alla fine della luna crescente.

🌒 il Garofano: va piantato nel primo quarto di luna crescente.

🌒 la Fresia: piantata e trattata in luna crescente per avere i fiori più profumati.

🌒 il Giglio: le talee e la divisione dei bulbi si eseguono in luna crescente.

🌒 il Lupino: va seminato durante la fase crescente di aprile o maggio.

🌒 l’ Ortensia: va potata a fine inverno in fase crescente per avere poi una fioritura più rigogliosa.

🌒 il pisello odoroso: seminato in luna crescente.

🌒 il Narciso : gradisce essere piantato in crescente subito dopo il primo quarto.

Per gli ortaggi la luna crescente stimola lo sviluppo fogliare e in questa fase solitamente si fa la semina di primizie come radicchio, lattuga, fagiolo, carote, barbabietola, rape, prezzemolo.. risultando lo sviluppo più rapido. Anche la raccolta di ortaggi da consumare freschi è preferibile farla in luna crescente. [ Calendario lunare dei lavori agricoli]

Foto scattata da me ☀️🌛

Buon giardinaggio a tutti, Manuela🌒🌕🌘

Al Noce..

O albero della saggezza, vecchi rami muschiati, tesi al creato . Oleosi, dolci, gherigli offerti alla terra, tua madre. Tu, consigliere di anime perdute.

Odo ora un meccanico stridore di lame. Sgorgano lacrime di sangue difronte alla tua caduta. Crollo d’ispirazione e ossario di legna defunta. Il bosco mormora una nenia di morte.

Manuela Salotti copyright ©® [ Scrissi questa breve poesia nell’estate 2014, in memoria del noce vicino al mio giardino che una mattina fu tagliato, provocando in me un dolore immenso. Era un albero che ne ero affezionata molto fin dall’infanzia e fu d’ispirazione per la stesura del mio romanzo, dove riveste appunto un ruolo fondamentale e intriso di profonde metafore.. stamattina volevo ricordarlo pubblicando anche sul blog questa poesia in suo onore.]

🐴 Ferri di cavallo e fortuna💫🍀🍀🍀

Buon sabato a tutti! Approfitto di qualche minuto libero per scrivere due righe sulla simbologia dei ferri di cavallo, visto che di recente mi sono sbizzarrita a decorarne e venderne alcuni.

I ferri di cavallo creati da me e disponibili sulla mia pagina Facebook..🍀

I ferri di cavallo sono amuleti antichissimi presenti in tante culture e radicati profondamente nelle credenze popolari. Trovarlo per terra per poi appenderlo alla porta della propria dimora propizia fortuna e indirizza gli eventi sempre a favore di colui che l ha raccolto. Appendendone uno con le estremità rivolte verso l’alto è un simbolo potente di protezione, buona sorte, abbondanza e fortuna. Oltre a favorire tutte queste virtù, i ferri di cavallo appesi alla propria dimora si pensava che allontanassero le persone ostili, le influenze negative e gli spiriti malvagi. Il ferro infatti è un metallo sacro a Marte, il dio della guerra, dunque contiene caratteristiche di forza, vigore e invincibilità rimandando al mittente tutte le energie ostili. Nelle antiche usanze popolari della Toscana, in particolare in Lucchesia era molto comune trovarlo appeso alle case per contrastare il Maldocchio (malocchio) e più volte mi è stato raccontato che inchiodavano ferri di cavallo vicino alle stalle, per proteggere gli animali dagli scherzi del Linchetto!!. Eh sì.. il Linchetto faceva dannare molto i nostri nonni e bisnonni, lo descrivono come uno spiritello dispettoso che si divertiva a far sparire oggetti e a spaventare vecchiette ed animali durante la notte. Nelle stalle oltre a terrorizzare gli animali, intrecciava le loro code e nessuno riusciva più a disfare i nodi!!. Buona lettura, un forte abbraccio, Manuela 🍀🌒🌕🌘